FAI DECOLLARE LA TUA WEB ANALYTICS. CON GOOGLE TAG MANAGER.

Le guide e i video tutorial gratuiti di Matteo Zambon, autore del libro "GTM per chi inizia"

Guida Base: installare il monitoraggio delle conversioni di Google AdWords con Google Tag Manager

guida base installare il monitoraggio delle conversioni di Google Adwords con Google Tag Manager

[Aggiornata 07/06/2017]

Per gestire campagne pubblicitarie e di remarketing sulla rete di ricerca o display di Google, saprai bene che lo strumento da utilizzare è Google AdWords.

Per poter monitorare le conversioni delle tue campagne Google AdWords, dovrai implementare il codice di monitoraggio di AdWords nelle pagine HTML del tuo sito. Per implementare il tag di monitoraggio puoi utilizzare Google Tag Manager, lo sapevi? Ecco come fare:

Step 1 – Crea lo snippet di monitoraggio delle conversioni in Google AdWords

Per prima cosa entra nel tuo account di Google AdWords. Nel menu principale di AdWords, in alto, clicca su “Strumenti” e seleziona quindi “Conversioni”.

conversioni google adwords

 

Da qui clicca il tasto rosso “+ conversione” per aggiungere un nuovo tag di tracciamento delle conversioni. Seleziona la sorgente della conversione tra: Sito web, App, Telefonate o Importazione. Nel nostro esempio selezioniamo Sito web.

seleziona tipo di conversione google adwords

 

Non ti resta che indicare ora i dettagli della conversione, ovvero: Nome, Valore della conversione, Conteggio, Finestre di conversione, Categoria e se includerla o meno in “Conversioni”.
Una volta impostate le caratteristiche della tua conversione, clicca “Salva e continua”.

dettagli conversione google adwords

 

A questo punto, Google ti fornisce il codice di monitoraggio da copiare ed incollare all’interno della seziona <body> della pagina (o pagine) web da monitorare.

Come puoi vedere dall’esempio di seguito, all’interno del codice di monitoraggio vengono indicate le variabili google_conversion_id e google_conversion_label,  che ci serviranno per implementare il codice di monitoraggio stesso tramite Google Tag Manager.

tag di monitoraggio google adwords

 

Step 2 – Crea l’Attivatore

Entra ora in Google Tag Manager. Dovrai creare l’Attivatore, in modo che il tag di monitoraggio delle conversioni (che creeremo nel prossimo step) si attivi solo nella pagina che desideriamo. Questa dovrà essere una pagina raggiungibile solamente da chi ha realizzato una conversione, come la compilazione di un form o il completamente di un acquisto. Nel nostro esempio sarà una pagina il cui URL finisce con “/grazie/“.

Vai quindi in Attivatori > Nuovo.

Configurazione attivatore: Visualizzazione di pagina.
Attiva su: Alcune visualizzazioni di pagina.
Imposta: “Page URL finisce con /grazie/“.

Salva l’Attivatore. Puoi nominarlo ad esempio “Thank you page”.

attivatore monitoraggio adwords google tag manager

Step 3 – Crea il Tag

L’ultima cosa che ti resta da fare è creare il vero e proprio Tag per implementare il codice di monitoraggio di Google AdWords nella tua pagina web.

Vai in Tag > Nuovo.
Configurazione tag > Monitoraggio delle conversioni di AdWords

Inserisci le seguenti impostazioni:
ID conversione > inserisci l’ID indicato nel codice di monitoraggio, cioè il valore google_conversion_id (nel mio esempio è “973037675”, inserendolo senza le virgolette, naturalmente).
Etichetta conversione > inserisci il valore della variabile google_conversion_label indicato nel codice di monitoraggio (nel mio esempio è “nb5rCPyL9WMQ68D9zwM”).
Puoi indicare anche il valore della conversione e la valuta, ma sono parametri facoltativi.

Infine scegli dove attivare il Tag:
Attiva su > seleziona l’Attivatore “Thank you page” creato in precedenza.

Salva il Tag. Io l’ho nominato “AdWords – Conversion – Test”.

tag conversioni adwords google tag manager

Step 4 – Visualizza in anteprima

Non ti resta che testare il Tag prima di pubblicarlo definitivamente. Clicca su Aggiorna e poi attiva la modalità Debug/Visualizzazione in anteprima cliccando sul tasto grigio “Anteprima”.

modalità anteprima debug google tag manager

Visita il tuo sito web. Dalla finestra in basso dovresti vedere il Tag appena creato in “Tags Not Fired On This Page”. Prova a visitare la pagina di conversione, il Tag dovrebbe passare a “Tags Fired On This Page”.

Puoi controllare il corretto funzionamento del Tag anche con lo strumento Tag Assistant. Se non sai come funziona, leggi la pagina dedicata nel Glossario.

Funziona tutto bene? Allora pubblica le modifiche ed inizia a tracciare le tue conversioni in Google AdWords!

Alla prossima guida e… buon Tag!

36 commenti su “Guida Base: installare il monitoraggio delle conversioni di Google AdWords con Google Tag Manager

  1. Ciao Matteo, sono interessato a impostare anche le variabili per avere i valori precisi delle singole transazioni, trattandosi di un e-commerce. Sai indicarmi come fare o linkarmi una guida per impostarle ?
    Grazie e complimenti.

    • Ciao Fabio, hai 2 modi:
      1- usi il datalayer eseguendo il push del valore all’interno di una variabile di livello dati
      2- lo estrapoli (con lo scraping nella pagina) se il valore è esplicito in pagina e lo inserisci in una variabile

      Quella variabile la usi nel codice di conversione. Ti è chiaro?

      A presto!

    • Ciao Matteo,

      Ottime guide su questo sito.
      Però puoi argomentare le due opzioni che hai dato a Fabio? oppure linkarmi a una vostra guida dove lo spiega.
      Cosa intendi “usi il data layer eseguendo il push..” Cioè come esattamente? Cioè so cos’è un data layer ma come crearlo esattamente in questo caso?

      Perchè col plugin di google tag manager per woocomerce i data layer li crea in automatico quindi non saprei come crearli da zero.
      grazie mille

    • Ciao Nico,

      vedo di spiegarlo meglio. Per push intendo eseguire la funzione javascript e inserire i valori: qui trovi il link alla guida ufficiale degli sviluppatore: https://developers.google.com/tag-manager/devguide#multipush

      Nel caso della transazione basterà fare una cosa del genere:

      dataLayer.push({'totale':48.17});

      Ovviamente il valore 46.17 devi averlo estrapolato da database. In questo modo ti basterà creare una variabile di livello dati “totale” e questa avrà il valore 48.17.

      Fammi sapere se è tutot chiaro 🙂

    • Ciao Matteo,

      Chiaro, ma questi codici esattamente in che file vanno inseriti? Perchè attualmente con wordpress e il plug in di tag manager fa tutto in automatico ma volevo capirci di più Dove esattamente vanno inseriti o creati questi script?

      Inoltre negli Ecommerce il prezzo varia da ogni prodotto, quindi cosa bisognerebbe scrivere al posto che 48.17? non c’è un id totale o cose del genere?

      Grazie e scusami le domande, ma con wordpress è tutto automatico ma vorrei capirci di più! grazie

    • Ciao Nico, solitamente vengono inseriti nell’head prima dello snippet di GTM così da avere già i dati nel datalayer dal primo evento, ovvero il pageview.
      Ovviamente al posto del valore fisso 48.17 dovresti fare qualcosa a livello codice, come ad esempio una variabile PHP $prezzototale e fare semplicemente l’output di quel valore.

      È un’implementazione da programmatore 🙂

    • Ciao Matteo!
      Grazie però vorrei capirne di più perchè con wordpress è tutto automatico ma interesserebbe capire.

      Quel codice do va inserito esattamente? in qualche pagina php? o come javascript in wordpress su qualche pagina?

      Inoltre, il prezzo cambia ogni volta da prodotto a prodotto, quindi il valore 48,17 dovrebbe prenderlo automaticamente, come si fa?

      Grazie mille! 🙂

    • Ciao Nico,

      nel mio corso AL COMANDO (http://www.tagmanageritalia.it/corso-google-tag-manager/) ho un intero modulo che spiega come andare a gestirlo. Il fatto è che per spiegarlo in aula ci metterei circa 4/6 ore minimo 🙂

      Il prezzo è dinamico quindi si usano variabili dinamiche 🙂

      Ti lascio il riferimento alla guida ufficiale di Google che è mooooolto esaustiva: https://developers.google.com/tag-manager/enhanced-ecommerce

      A presto!

  2. Ciao Matteo,
    molta chiara la guida. Avrei una domanda!
    Ho impostato il monitoraggio dinamico delle conversioni Adwords tramite GTM per avere il valore effettivo di una conversione (si tratta di un ecommerce).
    Avendo gia il Datalayer impostato non ho avuto particolari problemi.. L’unica cosa è che nella configurazione del tag è presente anche il campo “Order ID” che ho compilato con la variabile corrispondente sul Datalayer.
    Se faccio l’anteprima sul sito vedo che tutti i campi della conversione si compilano correttamente mentre l’Order ID risulta “undefined”. Sbaglio qualcosa o l’Order ID per le conversioni Adwords è inutile? Lo tolgo proprio o lo posso lasciare anche così?
    Grazie

    • Ciao Andrea, l’order-id serve per gestire le conversioni duplicate: https://support.google.com/adwords/answer/6386790?hl=it nel tuo caso puoi tranquillamente lasciarlo vuoto, è un valore opzionale.
      A presto!

    • Grazie mille per la dritta.
      Forse vado OT rispetto a questa guida, ma per fare la stessa cosa con Bing Ads come posso fare?
      Ok inserire il tag UET di monitoraggio, ma lo scoglio è tracciare le conversioni col valore del carrello (e ovviamente BigG non ha inserito il tag Bing tra gli standard in GTM! )
      Grazie ancora

    • Ciao Andrea,

      qui trovi una guida dedicata : http://www.tagmanageritalia.it/implementare-le-conversioni-bing-uet-google-tag-manager/ inoltre per gestire le conversione a livello di transazione, ti basta semplicemente utilizzare una variabile su GTM che contiene il valore della transazione (come faresti per il Tag di Google Adwords). A presto!

  3. Ragazzi ho impostato il tag seguendo le vostre istruzioni (santi subito! :)).
    Ho un dubbio però. Dove dice: “Opzioni di attivazione tag” bisogna lasciar selezionato “Una volta per evento”? Cosa significa se cambiamo?

    Grazie mille per il supporto!

    • Ciao Enrica, mi fa piacere che ti sia stata utile 🙂
      L’opzione “Una volta per evento” significa che il Tag viene abilitato (fatto funzionare) solo 1 volta. Nel caso avessi una pagina che scatena più di una volta le condizioni di Attivazione del Tag, il Tag verrebbe attivato la prima volta. E’ una condizione che è presente in tutti i Tag.

      A presto!

    • Grazie mille Matteo, ma sono ancora un po’ confusa… quindi nel caso di una vendita E-commerce, devo lasciare una volta per evento e viene monitorata ogni conversione? Oppure in questo modo viene monitorata solo 1 conversione?

    • Se la conversione la tracci nella thank-you page dopo la transazione allora è opportuno 1 volta sola. Tipicamente l’approccio di default (1 per evento) è valido.
      A presto 🙂

    • Ops, questo reply decentrato 😉
      Grazie mille!

  4. Dubbio…
    Implemento il codice di tracciamento di AdWords per il tracciamento dei risultati come hai molto ben descritto! (complimenti!)… ma come faccio a distinguere i risultati ottenuti dalle campagne AdWords e quelli ottenuti da arrivo per posizionamento naturale?

    Nello specifico parlo di mantenere una medesima /thankyoupage/ per tutti i Form attivi di un sito

    Ci pensa AdWords oppure devo distinguere le pagine di atterraggio?

    • Ciao Alberto!
      Il codice di conversione Adwords traccerà solo le conversioni di Adwords 🙂 Se vuoi tracciare anche le organiche ti consiglio di implementare un obiettivo in analytics così da capire effettivamente qual’è la sorgente della conversione.

      A presto.

    • Perfetto, grazie ancora! 🙂
      Enrica

  5. Buongiorno Matteo, grazie mille, veramente ben fatto.

    Una domanda, se puoi: come cambia il procedimento per altri eventi, tipo clickare per inviare un form?

    Per siti e landing io utilizzo Jimdo, un page builder che all’invio del form NON passa a una nuova pagina di ringraziamento, ma fa comparire il testo di trasmissione corretta nella stessa pagina, al posto del form stesso, quindi nessun cambio di URL.

    Il supporto Jimdo non se ne vuole interessare, ho provato a cercare in qualche community ma non ho trovato niente…

    Se hai qualche idea / suggerimento sono benvenute!

    Grazie ciao, Francesco

    • Ciao Francesco, non sei il solo ad avere questa problematica. Tutte le richieste ajax non hanno un thank-you page. Come puoi gestirle? Con le virtual pageview e le variabili integrate “cronologia”. In molti casi si deve gestire con parametri o eventi personalizzati dal datalayer. Ora non potendo vedere cosa è fattibile dal pannello di GTM, ho cercato velocemente e ho trovato questa discussione: https://productforums.google.com/forum/#!topic/tag-manager/QvmZRVJrZ9Q verifica se ti può aiutare.
      A presto!

    • Ciao,
      ho anch’io il medesimo problema: in un sito realizzato con Jimdo vorrei monitorare le conversioni del form di ma dal momento che non viene visualizzata una thank-you page non so dove inserire il codice di conversione (che ho già).
      Non ho capito la risposta di Matteo che suggeriva di gestire “virtual pageview” o “eventi personalizzati del datalayer”:
      in pratica, nel caso specifico del form di Jimdo, come e dove occorre inserire il codice di conversione?
      Ti ringrazio molto se potrai aiutarmi.
      Ciao
      Francesco

    • Ciao Francesco,
      dunque immagino che il form esegua una richiesta ajax e non un’azione di cambio pagina (thank-you page). La soluzione ideale sarebbe creare un evento personalizzato nel datalayer a seguito del success ajax. Per far questo però devi inserire l’istruzione

      dataLayer.push({‘event’:’conversione’});

      nel codice javascript della chiamata ajax.

      Se non riesci (non conosco Jimdo) un barbatrucco è creare un attivatore sul click del pulsante che fa scatenare la conversione dopo un timer di qualche secondo se (per esempio) nel form appare la scritta “inviata con successo”. Non avrai però la sicurezza al 100% ma lo riesci a gestire senza mettere mano al sorgente.

      A presto!

  6. Ciao Matteo e complimenti per questa guida.

    Abbiamo due dubbi.

    Abbiamo un ecommerce e dobbiamo tracciare oltre alle conversioni anche il valore della conversione, fondamentale visto che ogni prodotto ha un suo valore.

    Ci consigli di creare un obiettivo in Analytics (con monitoraggio valore conversione) e poi importarlo nelle conversioni di Adwords oppure ci consigli di creare una nuova conversione in Adwords (con monitoraggio valore conversione) e crearne un’altra staccata su analytics (sempre con monitoraggio valore conversione)?

    In qualunque dei due casi, non riusciamo a passare il valore della conversione a tagmanager… come possiamo fare?

    Grazie se riesci ad aiutarci

    • Ciao Michy, e grazie dei complimenti 🙂
      Come primo consiglio ti suggerisco di implementare assolutamente l’ecommerce avanzato (http://www.tagmanageritalia.it/glossario-enhanced-ecommerce-ecommerce-avanzato/) poi se devi passare il valore della transazione lo dovresti passare nel datalayer di GTM così poi da tracciarlo e inserirlo nel tag di Adwords delle conversioni o nell’obbiettivo di analytics.
      L’ecommerce avanzato è abilitato?

  7. ovviamente nel caso in cui l’obiettivo lo importi da analytics non c’è bisogno di tutto questo giusto?

    Se invece per qualche strano motivo qualcuno decidesse di creare lo stesso obiettivo che ha in analytics senza però importarlo ma ricreandolo da zero in adwords dovrà lavorare seguendo questa guida corretto?

    • Ciao Simone, tutto corretto quello che hai detto.

    • Ciao e grazie per la risposta.

      Si l’ecommerce avanzato lo abbiamo già attivo.

      In tagmanager italia c’è una guida per il passaggio del valore di conversione?

    • Ciao Michy, no non l’ho fatta però potrebbe essere benissimo un approfondimento di questa guida. Me la segno da mettere nella lista.

  8. Funziona a giorni alterni.
    È già la terza volta che chiamo Google per evidenziare il problema per tre campagne diverse.
    Ma da Google tergiversano alla grande: giuro che non sanno cosa rispondere!
    È una soluzione che sconsiglio .

    • Ciao Fausto,
      grazie del tuo prezioso feedback. Sincerametne a me non ha mai dato problemi (almeno nell’esperienze che ho avuto). Se posso darti un consiglio usa gli obbiettivi di Analytics e importali come conversioni, così non avrai più il problema del codice di conversione di AdWords.
      A presto!

    • va bene aspetto allora con impazienza nel frattempo cerco online se trovo qualche spunto

      comunque mi consigli di configurarlo in analytics ed importarlo in adwords o farne uno su analytics ed uno su adwords?

      C’è una “regola” migliore?

    • Ciao Michy, entrambe le modalità vanno bene. Non esiste una regola migliore. Tutto sta nel valutare quale modello di attribuzione è più adeguato al tuo caso (su adwords è last click, mentre su analytics è first click).
      Configurare il tag di adwords è abbastanza facile, ti basta passare il valore di valuta sul datalayer o prelevarlo con delle variabili e inserire questa variabile sul 3 campo disponibile nel tag “Valore conversioni”. A breve estenderò questa guida così descrivo un po’ meglio la cosa.
      A presto!
      A presto!

  9. Ciao Matteo, domanda secca:
    ma se copio il codice che mi genera adwords e lo metto nella pagina di ringraziamento, poi a cosa serve fare quella cosa anche su GTM ?
    Grazie come sempre per le tue ottime guide!

    • Ciao Francesco, è sempre un piacere sentirti 🙂
      Se lo hai già fatto a “manina” inserendolo nell’HTML della pagina della thank-you non devi farlo con GTM (rischieresti il doppio tracciamento). Questa soluzione ti permette di poter inserire la conversione senza dover toccare i sorgenti della pagina.
      A presto!

Hai ancora qualche dubbio? Chiedi pure qui sotto, sarò pronto a risponderti!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Schermata dashboard Club Tag Manager Italia

Entra GRATIS nel Club Tag Manager Italia!

Ho riaperto temporaneamente le iscrizioni al Club: il posto – l’unico posto – dove puoi accedere a TUTTI i miei materiali avanzati (ore e ore di roba).

In aggiunta, nel Club rispondo a tutte le tue domande in un gruppo di Facebook riservato ai membri!

Richiedi subito il tuo PASS GRATUITO di 60 giorni per provare senza impegno il Club Tag Manager Italia!